Elenco blog personale

lunedì 23 dicembre 2013

Happy Days!!

Un Natale di Gioia e Magia,
che ci riempia di emozione e che ci gratifichi
con le piccole cose che fanno bene al cuore.
Questo è il desiderio per il nostro Natale 2013....

e per tutto il 2014!!!
Auguri ricolmi d’affetto sincero!!!!


venerdì 13 dicembre 2013

13 dicembre Santa Lucia




Santa Lucia, per tutti quelli che hanno occhi
e gli occhi e un cuore che non basta agli occhi
e per la tranquillità di chi va per mare
e per ogni lacrima sul tuo vestito,
per chi non ha capito.

Santa Lucia per chi beve di notte
e di notte muore e di notte legge
e cade sul suo ultimo metro,
per gli amici che vanno e ritornano indietro
e hanno perduto l'anima e le ali.

Per chi vive all'incrocio dei venti
ed è bruciato vivo,
per le persone facili che non hanno dubbi mai,
per la nostra corona di stelle e di spine,
per la nostra paura del buio e della fantasia.

Santa Lucia, il violino dei poveri è una barca sfondata
e un ragazzino al secondo piano che canta,
ride e stona perchè vada lontano,
fa che gli sia dolce anche la pioggia delle scarpe,
anche la solitudine.

giovedì 28 novembre 2013

Dicembre- Natale


(foto made)

E’ Natale, da fine ottobre. 
Le lucette si accendono sempre prima, 
mentre le persone sono sempre più intermittenti. 
Io vorrei un dicembre a luci spente e con le persone accese.

Charles Bukowski

venerdì 4 ottobre 2013

Talor, mentre cammino per le strade



(foto made)

Talor, mentre cammino per le strade
della città tumultuosa solo,
mi dimentico il mio destino d'essere
uomo tra gli altri, e, come smemorato,
anzi tratto fuor di me stesso, guardo
la gente con aperti estranei occhi.

M'occupa allora un puerile, un vago
senso di sofferenza ed ansietà
come per mano che mi opprima il cuore.
Fronti calve di vecchi, inconsapevoli
occhi di bimbi, facce consuete
di nati a faticare e a riprodursi,
facce volpine stupide beate,
facce ambigue di preti, pitturate
facce di meretrici, entro il cervello
mi s'imprimono dolorosamente.
E conosco l'inganno pel qual vivono,
il dolore che mise quella piega
sul loro labbro, le speranze sempre
deluse,
e l'inutilità della loro vita
amara e il lor destino ultimo, il buio.

Ché ciascuno di loro porta seco
la condanna d'esistere: ma vanno
dimentichi di ciò e di tutto, ognuno
occupato dall'attimo che passa,
distratto dal suo vizio prediletto.

Provo un disagio simile a chi veda
inseguire farfalle lungo l'orlo
d'un precipizio, od una compagnia
di strani condannati sorridenti.
E se poco ciò dura, io veramente
in quell'attimo dentro m'impauro
a vedere che gli uomini son tanti.

Camillo Sbarbaro

martedì 1 ottobre 2013

Autunno


(foto made)

 Sole d'autunno inatteso,
che splendi come in un di là,
con tenera perdizione
e vagabonda felicità,
tu ci trovi fiaccati,
vòlti al peggio e la morte nell'anima.
Ecco perché ci piaci,
vago sole superstite
che non sai dirci addio,
tornando ogni mattina
come un nuovo miracolo,
tanto più bello quanto più t'inoltri
e sei lì per spirare.
E di queste incredibili giornate
vai componendo la tua stagione
ch'è tutta una dolcissima agonia.

 
 Vincenzo Cardarelli

domenica 29 settembre 2013

E BASTA........

(foto made)
 'Quo usque tandem abutere, Catilina, patientia nostra? quam diu etiam furor iste tuus nos eludet? quem ad finem sese effrenata iactabit audacia?'
Quanto a lungo ancora codesta tua follia si prenderà gioco di noi? Fino a che punto si spingerà [la tua] sfrenata audacia?
(Cicerone I, Catilinaria)

giovedì 22 agosto 2013

Sì viaggiare!!!

 
(foto made)
Cum hac persuasione vivendum est: "non sum uni angulo natus, patria mea totus hic mundus est". 
Bisogna vivere con questa convinzione: “Non sono nato per un solo cantuccio di terra, la mia patria è l’universo intero”.
(Lucius Annaeus Seneca, Epistulae morales ad Lucilium, 28)

lunedì 15 luglio 2013

Gli italioti di ieri......e di oggi

  


 La borghesia italiana, così cafona e ottusa com’è, non si accorge del profondo veleno che quest’uomo diffonde nell’organismo nazionale, ma non è lontano il giorno in cui si risveglierà con dei crampi nel sistema cerebro-spinale che le faranno fare molte smorfie.
Carattere vulcanico, disordinato ed evanescente nella sua cultura generica ed in quella specifica, incapace di qualunque serenità. Il Mussolini deve la sua fortuna al fatto che egli impersona una forte
quantità di difetti propri all’anima e al temperamento italiano: tali sono la superficialità, l’improntitudine, la vuotaggine retorica, la ineducazione politica, la smargiasseria e il basso coraggio
rissaiuolo. 
(Francesco Perri, 1885-1974)

domenica 30 giugno 2013

Notte di stelle

 


 "Tutte le sere, quando si apre il sipario della notte, nel cielo nero si accendono le stelle e inizia lo spettacolo che da millenni mette in scena storie in cui si muovono eroi dotati di super poteri, mostri e ibridi da fantascienza, fanciulle più divine che terrestri: tutti impegnati in un repertorio d’amori e d’avventure ai confini della realtà.
Uno spettacolo che si replica senza interruzione da parecchie migliaia di anni, e che ha il solo torto d’esser finito anche sui libri di scuola dove spesso persino le cose più straordinarie diventano noiose. Eppure, come faceva notare il filosofo latino Seneca, se le stelle, anziché brillare continuamente sopra le nostre teste, fossero visibili solo da un particolare luogo del pianeta, tutti vorrebbero andarci per assistere allo spettacolo."

Margherita Hack, Notte di Stelle

martedì 18 giugno 2013

A Prayer


     
(foto made)

   
           UNA PREGHIERA     
     
Lasciami compiere il mio lavoro ogni giorno; e se le ore buie della disperazione
dovessero sopraffarmi, possa ricordare
la forza che mi ha sostenuto
nella solitudine di altri momenti.

Possa ancora ricordare le splendide ore
che mi vedevano camminare leggero sulle
quiete colline della mia fanciullezza,
o sognare sulla riva di un fiume calmo,
quando una luce ardeva dentro me, ed io promisi al Dio della mia giovinezza di avere coraggio tra le tempeste dei tempi nuovi.

Liberami dall’amarezza e dalle passioni effimere dei momenti di debolezza.
Possa ricordare che la povertà e le ricchezze sono dello spirito.
Anche se il mondo non mi conosce,
possano i miei pensieri e le mie azioni
essere tali da farmi rimanere in pace
con me stesso.

Solleva i miei occhi dalla terra,
e non farmi dimenticare il valore delle stelle.
Non permettere che giudichi gli altri
per timore di condannare me stesso.
Non lasciarmi seguire il clamore del mondo, ma fammi camminare sereno
lungo il mio sentiero.

Dammi degli amici che mi amino
per come sono; e conserva sempre accesa
dinanzi ai miei passi incerti la dolce luce
della speranza.

E anche se l’età o la malattia
dovessero sovrastarmi, ed io non riuscissi
a vedere realizzati i miei sogni,
insegnami ad essere sempre riconoscente
per la vita, e per i vecchi ricordi del passato, dolci e piacevoli; e possa
il tramonto della sera trovare
ancora in me un animo gentile.
 Max Ehrmann

mercoledì 5 giugno 2013

Se telefonando...

  
 


 « La chiamò al cellulare, ma arrisultò astutato [spento]. Anzi, per la precisione, la voci registrata disse che la pirsona chiamata non era raggiungibile. E consigliava di riprovare doppo tanticchia [un po']. Ma come si fa a raggiungere l'irraggiungibile? Solo provando e riprovando doppo tanticchia? Al solito, quelli dei telefoni tiravano a praticare l'assurdo. Dicevano, per esempio: il numero da lei chiamato è inesistente… Ma come si permettevano un'affermazione accussì? Tutti i nummari che uno arrinnisciva a pensari erano esistenti. Se veniva a fagliari [mancare] un nummaro, tutto il mondo si sarebbe precipitato nel caos. Se ne rendevano conto quelli dei telefoni, sì o no? »

Catarella al Commissario Montalbano
Andrea Camilleri

giovedì 23 maggio 2013

Per non dimenticare....23 maggio 1992





"Per Giovanni Falcone"

La mafia sbanda,
la mafia scolora
la mafia scommette,
la mafia giura
che l'esistenza non esiste,
che la cultura non c'è,
che l'uomo non è amico dell'uomo.

La mafia è il cavallo nero
dell'apocalisse che porta in sella
un relitto mortale,
la mafia accusa i suoi morti.

La mafia li commemora
con ciclopici funerali:
così è stato per te, Giovanni,
trasportato a braccia da quelli
che ti avevano ucciso.


 Alda Merini
 

domenica 19 maggio 2013

In trappola al centro della terra



 
(foto made)



Si dice che ogni persona è un'isola,
e non è vero, 

ogni persona è un silenzio,
questo sì, 

un silenzio, 
ciascuna con il proprio silenzio,
ciascuna con il silenzio che è.


~dal libro "La caverna" di José Saramago

mercoledì 24 aprile 2013

Freedom


Non voglio mai perderla!!!!... anche se, amaramente, devo sottolineare la constatazione che la situazione lavorativa, legata purtroppo a quella politica, mi sta dimostrando che stanno facendo di tutto per togliercela! ma come, giustamente, Cicerone diceva nella 'Repubblica' « La libertà non consiste nell'avere un buon padrone, ma nel non averne affatto ». 
Il concetto di 'primus inter pares' si sta trasformando, se non si è già trasformato, in 'primus super pares'.
Ma siamo diventati tutti peones??? 
  

sabato 20 aprile 2013

Infatti




‘Se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi’. 
 
Il Gattopardo-  Giuseppe Tomasi di Lampedusa

venerdì 19 aprile 2013

Waiting for.....the President!






« L'Italia è un paese che diventa sempre più stupido e ignorante. Vi si coltivano retoriche sempre più insopportabili. Non c'è del resto conformismo peggiore di quello di sinistra, soprattutto naturalmente quando viene fatto proprio anche dalla destra»

(Pier Paolo Pasolini)

sabato 30 marzo 2013

Felice risurrezione

 
"La Pasqua frantumi le nostre paure e ci faccia vedere le tristezze, le malattie, i soprusi, e perfino la morte, dal versante giusto: quello del 'terzo giorno'. Da quel versante le croci sembreranno antenne, piazzate per farci udire la musica del cielo. Le sofferenze del mondo non saranno per noi i rantoli dell'agonia, ma i travagli del parto. E le stigmate, lasciate dai chiodi nelle nostre mani crocifisse, saranno le feritoie attraverso le quali scorgeremo fin d'ora le luci di un mondo nuovo."
don Tonino Bello
 
Felice risurrezione!!!

martedì 19 marzo 2013

Dove


(foto made)


Dove la mente non conosce paura
e la testa è tenuta ben alta;
Dove il sapere è libero;
dove il mondo non è stato frammentato
entro anguste mura domestiche;
dove le parole sgorgano
dal profondo della verità;
dove lo sforzo incessante tende le braccia verso la perfezione;
dove il limpido fiume della ragione
non ha smarrito la via
nell'arida sabbia del deserto
delle morte abitudini;
dove Tu guidi innanzi la ragione
verso pensieri e azioni sempre più ampi;
in quel cielo di libertà, Padre,
fa’ che il mio paese si desti. 


Rabindranath Thakur (Tagore)

giovedì 7 marzo 2013

Dedicato a tutte le donne

(foto made)

 
Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni.

Però ciò che è importante non cambia;
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.

Dietro ogni linea di arrivo c’è una linea di partenza.
Dietro ogni successo c’è un’altra delusione.

Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite…
insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.

Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te.
Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni
non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Però non trattenerti mai!

Madre Teresa di Calcutta

lunedì 25 febbraio 2013

Il futuro degli italiani.....non è in Italia!!!

 
"Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave sanza nocchiere in gran tempesta, non donna di province, ma bordello" 
Purgatorio, VI canto, Dante Alighieri

giovedì 31 gennaio 2013

L'arabesco

 
'Appartengo alla minoranza silenziosa. Sono di quei pochi che non hanno più nulla da dire e aspettano. Che cosa? Che tutto si chiarisca? L'età mi ha portato la certezza che niente si può chiarire: in questo paese che amo non esiste semplicemente la verità. Paesi molto più piccoli e importanti del nostro hanno una loro verità, noi ne abbiamo infinite versioni. Le cause? Lascio agli storici, ai sociologi, agli psicanalisti, alle tavole rotonde il compito di indicarci le cause, io ne subisco gli effetti. E con me pochi altri: perché quasi tutti hanno una soluzione da proporci: la loro verità, cioè qualcosa che non contrasti i loro interessi. Alla tavola rotonda bisognerà anche invitare uno storico dell'arte per fargli dire quale influenza può avere avuto il barocco sulla nostra psicologia.
In Italia infatti la linea più breve tra due punti è l'arabesco. Viviamo in una rete d'arabeschi.'

La Solitudine del Satiro - Ennio
Flaiano

lunedì 14 gennaio 2013

Vivere

(foto made)
Vivere una sola vita
in una sola città,
in un solo paese,
in un solo universo,
vivere in un solo mondo                                          
è prigione.

Conoscere una sola lingua
un solo lavoro
un solo costume
una sola civiltà
conoscere una sola logica
è prigione.

Ndjock Ngana