Elenco blog personale

lunedì 3 gennaio 2011

downsizing

 

"Basta schiavitù degli oggetti. I consumi dovranno essere ridimensionati, tanto vale cominciare subito"

 

Questo è il diktat che ci arriva dagli Usa, precisamente da Dave Bruno di San Diego che nel suo manuale 'La sfida delle 100 cose' ci consiglia di ridurre il  guardaroba per poi proseguire col resto della casa.
Secondo Dave buttare i vestiti, perchè ne abbiamo tanti ci vaccina contro la tentazione di comprare ancora più di prima(addio saldi!!!) e dopo qualche mese anche le abitudini di consumatore cominceranno a cambiare.Pavlov ci diceva il contrario, e cioè che la pubblicità e l'emulazione del vicino ci spingono a comprare anche le cose superflue, invece, ora bisogna imparare a vivere con 100 cose, non una di più!

Il Washington Post di oggi  racconta di una giornata in casa della famiglia Swindlehurst, nel Minneapolis, che ha iniziato il grande gesto della catarsi: svuotare armadi, soffitte, ripostigli, cantine e garage.
Questa pratica le famiglie americane l'hanno sempre praticata, gli yard-sale, cioè la vendita sul marciapiede di casa degli oggetti di troppo, per svuotarsi del superfluo in occasione di matrimoni, traslochi, funerali. Secondo Sean Gosiewski, direttore della Alliance for Sustainability: "Ci aspettano vent'anni in cui dovremo tutti ridimensionare le nostre aspettative di consumo e adottare abitudini di vita più semplici, tanto vale cominciare subito e con lo spirito giusto".
Quindi altro che sales ma downsizing!!


7 commenti:

  1. Anch'io mi sbarazzo di cose "inutili" non appena posso dedicarmi alla casa e non... cioè capita anche in ufficio... hehehehehe
    Cmq sia effettivamente siamo abituati a circondarci di cose superflue... dovremmo ridurre!!!
    Ciao intherainbow grazie degli auguri a te e famiglia e che contraccambio di cuore e che sia un 2011 ricco di prospettive pace e serenità!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  2. però gli americani son brava gente, eh: loro reciclano, noi lo facciamo solo con i regali non graditi :-D

    a volte lo faccio, comincio a guardarmi in giro e butto via cose ed immancabilmente nel sacco di quanto è da gettare ci finisce anche qualcosa per errore: l'ultimo volta mi son spariti 12 tovaglioli di fiandra di lino finissima... ancora non mi sono perdonata.

    a parte le battute, mi pare che potremmo e dovremmo trovare la giusta misura tra l'affetto che per certi oggetti nutriamo (una felpa, un'antica salvietta della nonna, un ninnolo regalatoci, la vecchia borsa dell'università) e l'utilità di altri con i quali riempiamo casa e spesso il tempo ed i pensieri.
    buona giornata :-)

    RispondiElimina
  3. @Paola: Le cose inutili sono troppe!!...troppi gingilli da far sparire al più presto possibile!!
    Un abbraccio anche a te!!

    RispondiElimina
  4. @shadow: sei davvero imperdonabile!!!...ma come hai fatto a cestinare i 12 tovaglioli di fiandra?? che li avevi scambiati per i 12 mesi dell'anno appena trascorso che volevi far sparire??
    No, le cose legate ai grandi affetti e i momenti salienti della nostra vita vanno gelosamente custoditi!!...sui pensieri superflui da eliminare condivido appieno!!
    Buon pomeriggio:)

    RispondiElimina
  5. Io gli oggetti o le così dette carte le cestino una tantum, Invece riesco a cestinare al momento giusto le persone non giuste per me.
    Buon pomeriggio .-)

    Ps- ho fatto una digitata errata cancellando i tuoi auguri, che ricambio alla grande e, che vorrei ci fossero da me.

    RispondiElimina
  6. @Cosimo: sei bravissimo a sbarazzarti di chi ti risulta di troppo!!....io, purtroppo, fino a quando riesco a vedere tutte le angolature possibili e immaginabili, mi invischio da sola!!!Lo ammetto sono troppo poco razionale!!
    Buon pomeriggio anche a te!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao, nell'augurarti un buon 2011 invito te e i tuoi lettori a votare i migliori film ed attori del 2010.

    CLICCA QUI PER VOTARE

    RispondiElimina